CinemaCordoglioLuttoSpettacolo

È morto Carl Weathers: Apollo Creed di Rocky aveva 76 anni. Stallone: “Senza di lui non avrei potuto fare Rocky”

L’attore ha interpretato l’avversario, poi amico, di Rocky Balboa

È morto Carl Weathers. L’attore statunitense aveva 76 anni. Weathers, nella sua carriera, in particolare ha interpretato il ruolo di Apollo Creed nella saga dei film di Rocky con Sylvester Stallone. Il decesso è stato confermato dall’agente dell’attore, Matt Luber, a Variety.

“Carl era un essere umano eccezionale che ha vissuto una vita straordinaria – ha scritto Luber – Attraverso i suoi contributi al cinema, alla televisione, alle arti e allo sport, ha lasciato un segno indelebile ed è riconosciuto in tutto il mondo e da più generazioni. Era un fratello, un padre, un nonno, un partner e un amico molto amato”.

Apollo Creed, nel primo film Rocky (1976), è il campione del mondo dei pesi massimi che batte il pugile italoamericano interpretato da Stallone. Nel secondo episodio della saga, Rocky II (1979), lo sfidante batte il campione del mondo in un match che si risolve solo all’ultimo secondo del 15esimo round con il k.o. di Creed. In Rocky III (1982), Apollo diventa l’allenatore di Rocky e lo aiuta a riconquistare il titolo dopo la sconfitta contro Clubber Lang. Infine, in Rocky IV (1985), la morte di Apollo: il pugile perde la vita sul ring contro il sovietico Ivan Drago, che poi verrà sconfitto da Rocky.

Weathers è stato anche uno degli interpreti di Predator, il film blockbuster del 1987 con Arnold Schwarzenegger, e ha recitato in Happy Gilmore con Adam Sandler. Prima di intraprendere la carriera di attore, ha lasciato il segno anche nel football. Al college ha giocato con l’università di San Diego, vincendo il Pasadena Bowl. Nell’arco di 2 stagioni, quindi, come linebacker ha giocato 8 partite con gli Oakland Raiders nella Nfl.

Weathers stava vivendo una rinascita a fine carriera e si era creato una nuova generazione di fan grazie al suo lavoro nella serie The Mandalorian: ha interpretato Greef Karga, un cacciatore di taglie trasformato in funzionario governativo che è uno degli alleati del protagonista. È un ruolo che lo ha spinto a entrare nel fandom di Star Wars, ‘omaggiato’ con richieste di autografi e foto a convention come la Star Wars Celebration di Londra.

Aveva anche iniziato a costruire una carriera da regista, dirigendo due episodi di The Mandalorian e alcune puntate di Law & Order e Chicago Med.

Nato a New Orleans il 14 gennaio 1948, Weathers in gioventù aveva praticato pugilato, lotta, ginnastica, calcio e altri sport alla St. Augustine High School di San Diego e alla Long Beach Poly High School.

Stallone ricorda Weathers: “Senza di lui non avrei potuto fare Rocky”

Sylvester Stallone - Fotogramma /Ipa

Sylvester Stallone ha reso omaggio oggi a Carl Weathers, l’attore che ha interpretato il personaggio di Apollo Creed in ‘Rocky’, morto giovedì scorso all’età di 76 anni. In un video postato su Instagram, l’attore tre volte candidato all’Oscar ha ricordato il suo amico di lunga data con una voce rotta dall’emozione: ”La mia vita è cambiata per sempre in meglio il giorno in cui ho incontrato Carl Weathers. … Era magico e ho avuto la fortuna di far parte della sua vita. Resta forte e continua a colpire”, ha detto Stallone, ripreso nel video davanti a un dipinto che ritrae lui e Weathers sul ring sul set di ‘Rocky’.

“Ciao a tutti – dice l’attore – Oggi è un giorno incredibilmente triste per me. Carl Weathers è stato parte integrante della mia vita, e questo dice tutto al riguardo. Per me ha un’importanza incredibile, perché, quando è entrato in quella stanza e l’ho visto per la prima volta, ho percepito la sua grandezza, ma non mi rendevo conto di quanto fosse grande. Non avrei mai potuto fare senza di lui quello che abbiamo fatto con ‘Rocky’. È stato assolutamente fantastico. La sua voce, la sua stazza, la sua potenza, la sua capacità atletica, ma soprattutto, il suo cuore, la sua anima“.

Stallone era un attore emergente quando ha incontrato Weathers per la prima volta. Per la sua carriera ‘Rocky’, del 1976, è stato un film fondamentale, candidato a 10 Oscar e vincendone tre (miglior film, miglior regia e miglior montaggio).

 

fonte: Adnkronos (www.adnkronos.com)

 

Lascia un commento