Generale

Legato a un palo e dato alle fiamme, lotta tra la vita e la morte il pitbull Aron

Il crudele episodio avvenuto ieri a Palermo. L’animale, ricoverato grazie all’intervento di un passante, ha riportato ustioni su oltre l’80% del corpo e gravi danni agli organi interni. La Lega antivivisezione (Lav) pronta a farsi carico di tutte le spese veterinarie e del suo mantenimento

AGI – Lotta tra la vita e la morte Aron, un pitbull che ieri a Palermo, in via delle Croci, è stato legato con una catena ad un palo e dato alle fiamme. Ricoverato grazie all’intervento di un passante, ha riportato ustioni su oltre l’80% del corpo e gravi danni agli organi interni.

“Siamo con il fiato sospeso, sperando che Aron continui a lottare, nonostante la grande sofferenza che sta provando, e riesca a sopravvivere all’orrore che ha subito – dichiara la Lav – nel frattempo depositiamo una denuncia per maltrattamento e chiediamo al Sindaco di Palermo Roberto Lagalla che dia un segnale forte volto a tutelare tutti gli animali del territorio emanando un’ordinanza che vieti a chi ha compiuto un gesto di tale gravità ed efferatezza di poter detenere altri animali, nonchè di prevedere un accertamento sulle condizioni psichiche a tutela anche dell’incolumità pubblica”.

“Non mancheremo di ricordare questo e gli altri casi – continua la Lav – come quello del gatto Leone scuoiato vivo a Cava de’ Tirreni, che hanno affollato le cronaca degli ultimi mesi per fare ulteriore pressione sui deputati della Commissione Giustizia della Camera perchè si proceda con l’esame e l’approvazione delle proposte di legge per inasprire le pene e rendere piu’ efficaci le norme per perseguire i reati contro gli animali”.

 

 

Lascia un commento