AttualitàCronacaViolenza

Omicidio a Milano, anziana morta nella casa in fiamme: è stata colpita alla testa e uccisa

 

Tragedia in via Ponte Seveso. L’abitazione incendiata per coprire il delitto: Fernanda Cocchi, 90 anni, è stata colpita con un ferro da stiro. L’ipotesi della rapina finita nel sangue

Milano, 29 ottobre 2021 – Sembrava una morte dovuta a inalazione di fumo che aveva invaso l’appartamento quella di Fernanda Cocchi, 90 anni, trovata per terra in arresto cardiaco dai sanitari del 118 in una stanza dell’abitazione di via Ponte Seveso, dove viveva, vicino alla stazione Centrale di Milano: invece dall’analisi del corpo e dalle indagini della polizia sembra sia stata uccisa con un ferro da stiro,  ritrovato sporco di sangue vicino al cadavere. Una botta alla testa. Si ritiene che l’assassino abbia poi dato fuoco al piccolo appartamento. Al momento, l’ipotesi investigativa è che l’omicidio sia stato l’epilogo di un tentativo di rapina finito male.

La signora morta aveva compiuto 90 anni lo scorso 15 marzo. Secondo quanto hanno riferito i residenti della zona, la donna era ipovedente e spesso si faceva aiutare dagli altri inquilini a salire le scale e ad aprire la porta di casa. Scattato l’allarme, sul posto si precipitati gli agenti della Squadra mobile. Alcuni segni sul cadavere avevano subito fatto subito pensare a una morte violenta.

L’anziana, pensionata, viveva di una modesta rendita. Il corpo è stato trovato in salotto, le fiamme si sono estese da una camera attigua in cui sono state verosimilmente appiccate per coprire l’omicidio. La fuliggine che si è prodotta è stata talmente tanta che gli accertamenti tecnici riprenderanno domani. Ambulanze, automedica e pompieri sono accorsi intorno alle 15.30 nello stabile: i soccorsi sono stati chiamati dai vicini allarmati dal fumo. Le fiamme sono state rapidamente domate e quindi il rogo non si è potuto estendere. Sembrava una morte dovuta appunto al fumo. Quando però si è riusciti a fare luce nel piccolo appartamento e a vedere meglio il corpo della donna sono nati i dubbi. La polizia sta conducendo le indagini.

Ha collaborato Nicola Palma

 

fonte: ilGiorno

Lascia un commento