IN EVIDENZAPolitica

Voto a Bari, Gemmato vuole Sisto: «E’ lui il migliore con Melchiorre». E difende Romito: «Non è un vuoto a perdere»

Il sottosegretario alla sanità del governo Meloni, durante il congresso provinciale, lancia il nome del viceministro alla giustizia come papabile sindaco di Bari.  Su Romito: «In questa città per non essere un vuoto a perdere bisogna essere soci di un grosso studio legale?»

di Enrico Filotico

È un intervento da federatore quello dell’onorevole Marcello Gemmato al congresso provinciale di Fratelli d’Italia a Bari. Il sottosegretario alla sanità del governo di Giorgia Meloni, quando arriva a parlare di Bari spiazza tutti: «Per me i nomi migliori nella corsa alla guida della città sono Filippo Melchiorre e Francesco Paolo Sisto – e continua – Filippo però si è tirato fuori dalla contesa». Un passaggio che sembra un segnale di unità, rivolto ai grandi saggi delle tre anime cittadine della coalizione a Bari.

La difesa di Romito

Poi arriva il turno di Fabio Romito. Era stato lo stesso Gemmato solo pochi minuti prima dell’intervento dal palco a confessare ai microfoni della stampa che il dibattito all’interno del centrodestra era in via di definizione, lasciando intendere che il consigliere regionale leghista continui ad essere uno dei profili più apprezzati. Dopo l’endorsment a Sisto e Melchiorre, Gemmato è poi tornato a parlare di Romito e delle recenti polemiche che hanno contraddistinto la settimana. «Definire un vuoto a perdere Romito penso che sia una mancanza di rispetto», ha detto il sottosegretario alla sanità. Poi Gemmato ha concluso: «In questa città per non essere un vuoto a perdere bisogna essere proprietari di un grosso studio legale? Bisogna per forza fare parte di una famiglia altisonante? Bisogna venire per forza dai salotti buoni delle grandi famiglie? Noi restituiremo la scelta alla gente e al popolo del centrodestra».

 

fonte: Corriere del Mezzogiorno

Lascia un commento