CriminalitàCronaca

Inseguimento da film, ladri in fuga su una macchina rubata speronato la pattuglia della polizia: due agenti feriti a Barletta

La macchina rubata è stata poi abbandonata all’imbocco della statale e i poliziotti feriti creando disagi alla circolazione stradale

di Giuseppe Di Bisceglie
Pericoloso inseguimento tra una volante della polizia e un’automobile rubata, culminato con l’intervento di una seconda autovettura che ha speronato l’auto dei poliziotti, ferendo i due agenti.
È accaduto nella notte appena trascorsa, a Barletta, nell’ambito delle attività di controllo del territorio disposte dal questore Alfredo Fabbrocini, finalizzate a contrastare il fenomeno dei furti di automobili nella sesta provincia pugliese.
L’operazione ha preso una svolta drammatica quando una Nissan Juke, appena rubata in via Pascoli, è stata intercettata dalle forze dell’ordine.
Il tentativo di arresto si è rapidamente trasformato in un pericoloso inseguimento lungo le strade della città, con il sospettato che ha cercato di eludere la cattura dirigendosi verso via Patalini, in direzione Foggia. La situazione è ulteriormente degenerata quando un veicolo con a bordo complici del fuggitivo ha speronato la volante della polizia, causandone il ribaltamento sul fianco e ferendo gli agenti al suo interno.
Nonostante il rocambolesco scenario, l’auto rubata è stata abbandonata all’imbocco della SS 16, creando un ostacolo pericoloso per gli altri automobilisti. I poliziotti, nonostante le ferite, hanno ripristinato la sicurezza della viabilità.
Questo episodio è solo l’ultimo di una serie di interventi della polizia nella provincia di Andria Barletta e Trani, con numerosi furti d’auto segnalati e veicoli recuperati nel corso dell’ultimo mese. L’ultimo inseguimento risale alla notte del 3 marzo scorso quando una volante della Questura di Andria intercettò sulla SP 231 una Stelvio con a bordo quattro persone; dopo aver lanciato del gasolio contro il parabrezza dell’auto di servizio, i banditi tentarono di speronare i poliziotti che comunque riuscirono poco dopo a bloccare l’auto rubata e a mettere in fuga i ladri.
fonte: Corriere del Mezzogiorno

Lascia un commento