CronacaDelittoViolenzaVittime

Trento, uccide l’ex compagna e si suicida: la coppia aveva tre figli

E’ accaduto nel Comune della Valfloriana, l’uomo ha accoltellato l’ex alla gola poi è tornato a casa e si è tolto la vita. I figli sono stati affidati a uno zio

Ha ucciso la ex compagna accoltellandola alla gola e poi una volta tornato a casa sua si è suicidato. E’ accaduto nella mattinata di oggi 11 gennaio, nel Comune della Valfloriana, in provincia di Trento. L’uomo, Igor Moser di 45 anni, e la donna, Ester Palmieri di 38, erano in fase di separazione e non vivevano più insiemeLa coppia aveva tre figli, il più grande di 11 anni.

l femminicidio è avvenuto mentre i tre figli della coppia erano a scuola. Poi l’uomo ha lasciato l’abitazione della donna ed è rientrato a casa sua nel Comune di Castello di Fiemme. Lì si è ucciso impiccandosi. Ad avvisare i carabinieri è stata la madre della donna che l’ha trovata a casa esanime. I figli sono stati al momento affidati a uno zio. Dalle prime informazioni dei carabinieri, che indagano sull’omicidio-suicidio, non risultano denunce o segnalazioni dal punto di vista del codice rosso.

Il sindaco di Trento: “Altro atroce femminicidio”

”Ancora un femminicidio nel nostro Trentino. Ancora una tragedia che pare aver seguito l’identico, atroce copione. Il pensiero ora va alle vittime, una donna barbaramente uccisa, i tre figli piccoli rimasti orfani, i familiari straziati dal dolore”, scrive su Facebook il sindaco di Trento Franco Ianeselli.

È un’emergenza e ci riguarda tutti, soprattutto noi uomini spesso incapaci di accettare la libertà e l’autonomia delle donne. Aiutiamoci a uscire da questa spirale di violenza, deponiamo le pretese di possesso e controllo, impariamo un nuovo alfabeto emotivo. Scendiamo tutti in campo, istituzioni, associazioni, cittadini, con iniziative concrete di educazione e prevenzione e sostegno. Voltiamo pagina, al più presto”.

Lascia un commento