CronacaViolenzaVittime

Violenza sessuale a Milano, due ragazze aggredite all’uscita di un locale, una di loro denuncia abusi. L’uomo messo in fuga a borsettate

L’agguato è avvenuto intorno alle 5 in viale Enrico Fermi mentre le donne, 19 e 27 anni, camminavano dopo essere uscite da un locale

di Cesare Giuzzi

Erano appena uscite da un locale, quando sono state aggredite da un uomo che ha cercato di abusare di una delle due ragazze. Poi la reazione dell’amica e la fuga dell’aggressore. Tutto è accaduto all’alba di domenica 21 gennaio, intorno alle 5, fuori da un locale di viale Enrico Fermi, la periferia nord di Milano.

Le vittime  sono una ragazza svizzera di 19 anni e una filippina di 27. Secondo il loro racconto uno sconosciuto avrebbe aggredito la 19enne buttandola a terra e cercando di toccarle le parti intime. Immediata la reazione dell’amica, che si è messa ad urlare e ha colpito l’uomo con la borsetta, mettendolo in fuga.

Secondo le prime informazioni sembra che l’aggressione si sia verificata mentre le due giovani stavano raggiungendo a piedi la fermata del bus verso Affori. A quel punto sarebbe sarebbero state assalite vicino ad un parco dallo sconosciuto che si è poi allontanato di corsa. Le vittime sotto choc sono poi ritornate verso la discoteca Legend dove avevano trascorso la serata per chiedere aiuto agli addetti alla sicurezza che hanno dato l’allarme. Le indagini sono affidate agli investigatori della Squadra Mobile Che hanno raccolto il racconto delle vittime e stanno analizzando i filmati delle telecamere della zona.

Nella colluttazione anche lei è stata spinta a terra procurandosi lievi e escoriazioni nella caduta. Le ragazze sono state soccorse da due ambulanze del 118 e trasportate in codice verde in ospedale. La 27enne è al pronto soccorso del vicino ospedale Niguarda per alcune escoriazioni, mentre la 19enne è stata portata alla clinica Mangiagalli, punto di riferimento in caso di abusi e violenze sessuali, per essere visitata. Le immagini sono affidate alla polizia che sta cercando verifiche al racconto delle due giovani. Hanno detto di non conoscere il loro aggressore e hanno dato una descrizione sommaria agli agenti.

 

fonte: Corriere.it

Lascia un commento